Fate, cavalieri, ragni e leoni: una passeggiata nel quartiere Coppedè