Ischia Film Festival – 17° edizione

ID Evento 136896

Informazioni

Data Inizio
29-06-2019

Data Fine
06-07-2019

Categoria
Cultura, Musica e Spettacolo

Telefono
081 1816 6810

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
spazi esterni del Castello Aragonese - Ischia (NA)

Orario
vedi programma

Ingresso
a pagamento

Totale voti: 83 - Rating: 3.8
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Giunto alla sua 17° edizione, l’Ischia Film Festival nel 2019 renderà un doveroso omaggio a Bernardo Bertolucci, il grande Maestro scomparso lo scorso 26 novembre 2018. La manifestazione fondata da Michelangelo Messina, e per il terzo anno consecutivo sotto la direzione artistica dello stesso Messina con il critico e giornalista Boris Sollazzo, dedicherà la mostra di quest’anno al regista premio Oscar per “L’ultimo imperatore”. Sarà il cinquecentesco Carcere Borbonico del Castello Aragonese di Ischia (Napoli) ad ospitare l’exhibition realizzata da Antonio Maraldi del Centro Cinema Città di Cesena. Ventitre gigantografie che immergeranno i visitatori nei più suggestivi set cinematografici di Bernardo Bertolucci, da Il conformista a L’ultimo Imperatore, passando per Novecento e Ultimo tango a Parigi.

Il Festival quest’anno si svolgerà dal 29 giugno al 6 luglio 2019. Non mancherà naturalmente anche il modo più “naturale” per raccontare la straordinaria carriera di uno dei più grandi autori di sempre. L’Ischia Film Festival lo farà proiettando proprio Ultimo tango a Parigi, non a caso sullo schermo del Carcere Borbonico, un modo per sottolineare il carattere rivoluzionario di un film che è una pietra miliare nella storia del cinema. A raccontarne la storia e l’importanza al pubblico sarà Augusto Sainati, professore di Storia del cinema all’Università Suor Orsola Benincasa e critico cinematografico. La proiezione si inserisce nel quadro di un progetto di formazione per i docenti dei licei che vede la collaborazione di diversi atenei in tutta Italia.

Nato nel 2003 dal mio progetto “Cinema & territorio“, l’Ischia Film Festival si è particolarmente distinto nel panorama dei festival internazionali, non solo per la folta partecipazione di artisti e opere che vi hanno preso parte in questi anni, ma sopratutto per la sua particolare identità: “raccontare attraverso l’audiovisivo, la diversificazione culturale dei territori“. Grazie alle strordinarie location dove si svolge l’evento: un borgo del 1500 in mezzo al mare, il Castello Aragonese di Ischia, con i suoi cinque schermi all’aperto, il festival offre l’opportunità allo spettatore, di contemplare la straordinaria ricchezza culturale che circonda i luoghi delle proiezioni. Per parteciparvi, lo spettatore acquista (scegliendo tra biglietto serale o abbonamento settimanale) un titolo d’ingresso, non per una singola e specifica proiezione, ma per accedere alla “cittadella del cinema“, avendo così a scelta, quanti e quali film desidera vedere nell’arco della serata. Ogni singola opera sarà presentata da un autore (regista,attore,scenografo) coinvolgendo così il pubblico in un atmosfera unica. L’evento si svolge ogni anno dall’ultimo sabato di giugno al primo sabato di luglio.

Nasce una nuova piccola sezione dell’Ischia Film Festival che si propone di portare all’attenzione del grande pubblico capolavori ingiustamente sottovalutati, o trascurati, o forse perfino rimossi. Far apprezzare autori e titoli che, anche a partire dai luoghi in cui hanno deciso di girare le loro storie, meritano un’attenzione più importante di quella che in genere è loro riservata. Si comincia quest’anno, con tre Maestri di cui il nostro cinema dovrebbe essere orgoglioso: Valerio Zurlini, Giuseppe De Santis e Antonio Pietrangeli. Tutte le proiezioni di questa sezione saranno introdotte dal critico cinematografico Gianni Canova.Per quest’anno tre i titoli proposti: Estate Violenta, Io la conoscevo bene e Italiani bravi gente, mentre per la prossima edizione è prevista una programmazione molto più corposa.

Mappa

Centra mappa