Natale in Archeologia 2019

ID Evento 146217

Informazioni

Data Inizio
03-12-2019

Data Fine
06-01-2020

Categoria
Cultura, Musica e Spettacolo

Telefono
333 885 6300

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Museo Archeologico Nazionale - via Kennedy, 18 - Canosa di Puglia (BT)

Orario
vedi programma

Ingresso
a pagamento

Totale voti: 193 - Rating: 3.6
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Tanti gli eventi previsti nel calendario “Natale In… Archeologia 2019” a Canosa di Puglia (Barletta-Andria-Trani) realizzato dalla Fondazione Archeologica Canosina Onlus e dalla Tango Renato-servizi per l’archeologia e il turismo con il patrocinio del Comune di Canosa di Puglia ed in collaborazione con l’Ass. Amici dell’Archeologia ed il Comitato Presepe Vivente di Canosa di Puglia.  I percorsi archeologici guidati in calendario includono C’ERA UNA VOLTA (martedì 3 dicembre) quando, in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità il Museo Archeologico Nazionale di Canosa di Puglia ospiterà a partire dalle 18:00 uno spettacolo di marionette e a seguire letture animate accessibili raccontate dall’interprete LIS Milena Scaringella – oltre che verbalmente – anche usando la comunicazione aumentativa e la lingua dei segni. Lo spettacolo è organizzato in collaborazione dell’IISS Garrone.

L’8 dicembre sarà la volta di SANTA CLAUS ACCOGLIE I BAMBINI e del tradizionale ARCHEOGUSTO TOUR con passeggiata archeologica a spasso nel tempo (a partire dalle 10:30) lungo un itinerario alla scoperta delle bellezze archeologiche e delle bontà enogastronomiche. Attraverso un iter millenario si scopriranno i tesori preziosi e tangibili della secolare storia di Canusium visitando il Museo Archeologico di Palazzo Sinesi con le raffinate ceramiche funerarie provenienti dalla Tomba Varrese (IV-III sec. a.C.), la Domus Romana di Colle Montescupolo, tipico esempio di dimora d’epoca imperiale (I sec.d.C.-I sec. d.C.), il caratteristico Ipogeo Scocchera B (III-II sec. a.C.), il Parco Archeologico di San Giovanni (VI sec. d.C.), importante edificazione paleocristiana e il Mausoleo di Marco Boemondo d’Altavilla (XII sec.), eroe della I Crociata.

Il 12 e 13 dicembre le VISITE NEL BORGO vedranno l’apertura staordinaria del Forno Medievale del Castello (dalle ore 18:30 alle 20:30) in occasione delle attività realizzate dalla Parrocchia di San Francesco e San Biagio nel borgo medievale. Domenica 15 dicembre si svolgerà LA VIA DEI SENSI, un suggestivo tour archeologico e gastronomico (incontro ore 10:30  in via Kennedy,18). Il percorso, dedicato alla scoperta dei sapori autentici della Puglia e del patrimonio archeologico e culturale della città di Canosa, vedrà la collaborazione di aziende agricole ed imprenditori locali che delizieranno i partecipanti con degustazioni per scoprire le bontà culinarie della tradizione.

Nelle giornate del 26-27-28-29 dicembre e 3-4-5-6 gennaio si rinnoverà l’appuntamento con ARCHEOGUSTO, passeggiata archeologica a spasso nel tempo (partenza ore 10:30 da Museo arch. Nazionale, via Kennedy 18). L’itinerario permetterà di scoprire le bellezze archeologiche e le bontà enogastronomiche attraverso un iter millenario per conoscere i tesori preziosi e tangibili della secolare storia di Canusium visitando il Museo Archeologico di Palazzo Sinesi con le raffinate ceramiche funerarie provenienti dalla Tomba Varrese (IV-III sec. a.C.), la Domus Romana di Colle Montescupolo, tipico esempio di dimora d’epoca imperiale (I sec.d.C.-I sec. d.C.), il caratteristico Ipogeo Scocchera B (III-II sec. a.C.), il Parco Archeologico di San Giovanni (VI sec. d.C.), importante edificazione paleocristiana e il Mausoleo di Marco Boemondo d’Altavilla (XII sec.), eroe della I Crociata.

Alle 15:30 invece sarà la volta di LE TOMBE DEI PRINCIPI DAUNI con tour e video mapping (partenza ore 15:30 da viale I Maggio,17), un itinerario tra antichità e nuove tecnologie. Un percorso monotematico alla scoperta di Canosa daunia-ellenistica con un’affascinante esplorazione del sottosuolo della città e dei tesori che nascondeva a cominciare dagli ipogei e dai corredi funerari. Gli ipogei sono le dimore ultraterrene dei “principi dauni“, tombe interamente scavate nel tufo e risalenti al IV-III sec. a.C. I siti visitabili saranno: gli Ipogei Lagrasta (IV-I sec. a.C.), il più importante complesso funerario di Canusium e dell’intera regione, l’Ipogeo D’Ambra (IV-III sec. a.C.) interamente scavato nell’argilla, l’Ipogeo del Cerbero (III sec. a.C.) il quale presenta l’affresco del mitologico cane a tre teste Cerbero (con videomapping) e l’Ipogeo di Vico San Martino (V-I sec. a.C.), complesso funerario con diverse tipologie di ambienti.

Mappa