Andy Warhol a Portopiccolo – Profano come Sacro

ID Evento 133831

Informazioni

Data Inizio
13-04-2019

Data Fine
22-09-2019

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
040 291 291

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
via delle Botteghe (località Portopiccolo) - Duino Aurisina (TS)

Orario
feriali 17:00-20:00, Sab-Dom e festivi 10:00-13:00 e 16:00-20:00 (Mar chiuso)

Ingresso
intero € 10, ridotto € 7, gratuito per under 12

Vota l'evento:

Loading...

Descrizione

Dal 13 aprile al 22 settembre 2019, il borgo di mare di Portopiccolo – Baia di Sistiana nel comune di Duino Aurisina (Trieste) presenta l’esposizione ANDY WARHOL: PROFANO COME SACRO. In collaborazione con la Regione Friuli-Venezia Giulia, Promo Turismo e con il patrocinio del Comune di Duino-Aurisina, la suggestiva ed emozionante mostra propone 57 copie del maestro americano che raccontano le sue vicende artistiche e personali. Il LOFT espositivo, situato nella via delle Botteghe di Portopiccolo, accoglie i volti noti delle icone degli anni Sessanta come le celebri Marilyn Monroe e Isabelle Adjani, i cimeli della storia del rock americano e le icone dissacranti del consumismo di quegli anni come la serie completa delle Campbell’s Soup.

Un percorso completo che offre al pubblico la possibilità di osservare i mille volti di Andy Warhol, di cogliere i significati più profondi della sua produzione artistica e che consente di ammirare i capolavori che hanno fatto la storia della Pop Art americana. Warhol uomo e Warhol artista sono qui perfettamente rappresentati da 57 capolavori conosciuti in tutto il mondo e che lo hanno reso uno degli gli artisti più importanti e rivoluzionari dell’arte del Novecento. Un progetto di mostra pubblica con un’importante storia espositiva alle spalle; i capolavori di Andy Warhol sono stati esposti in luoghi d’arte e location d’eccezione. In occasione di questo importante evento culturale è stato editato un catalogo da Skira, uno dei più importanti editori di pubblicazioni d’arte, con tutte le opere che saranno in esposizione e che appartengono alla Fondazione Mazzoleni.

Mappa