ARTE FUORI DAL COMUNE. Opere in mostra

ID Evento 145541

Informazioni

Data Inizio
16-11-2019

Data Fine
16-02-2020

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
0832 241 067

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
MUST Museo Storico della Città di Lecce - via degli Ammirati, 11 (Ex monastero di santa Chiara) - Lecce

Orario
Mar-Dom 10:00-13:30 e 15.30-19:00

Ingresso
intero € 5.50, ridotto € 3.50

Vota l'evento:

Loading...

Descrizione

Dal 16 novembre 2019 al 16 febbraio 2020 prende il via ARTE FUORI DAL COMUNE. Opere del Comune di Lecce in mostra, esposizione dedicata al patrimonio di opere d’arte mobili del Comune di Lecce raccolte tra XIX e XX secolo, senza un precisa volontà collezionistica, coinvolgendo significativi artisti pugliesi e non. Novanta opere in mostra tra dipinti e sculture realizzate da artisti quali Filippo Alto, Gino Ammassari, Francesco Barbieri, Giuseppe Casciaro, Vincenzo Ciardo, Francesco De Matteis, Agesilao Flora, Oronzo Gargiulo, Gaetano Giorgino, Pietro Guida, Ezechiele Leandro, Cesare Augusto Lucrezio, Enzo Miglietta, Domenico Morelli, Giulio Pagliano, Michele Palumbo, Giovanni Pinto, Gioacchino Toma, Oronzo Tiso e di molti altri. La mostra, promossa dal Comune di Lecce – Assessorato alla Cultura, è curata dal critico e storico dell’arte Carmelo Cipriani. Il patrimonio pubblico di opere d’arte è per definizione un bene collettivo. Tuttavia la comunanza della proprietà non sempre corrisponde ad una reale fruizione da parte della comunità che lo detiene e che da esso dovrebbe trarre profitto esercitandovi al contempo i doveri di tutela e valorizzazione.

È quanto si verifica con centinaia di opere d’arte detenute da istituzioni pubbliche, specialmente enti locali, spesso inconsapevoli del valore culturale ed economico del patrimonio in loro possesso. Costituisce eccezione il Comune di Lecce che oggi, in seguito ad apposita attività di inventariazione e studio, riscopre le sue opere e con esse una parte importante della sua storia. Un patrimonio dislocato nelle stanze comunali, costituito da 350 opere tra dipinti, grafiche, sculture e fotografie, da sempre sotto gli occhi di tutti e oggi reso fruibile in gran parte. Riguardate con uno sguardo di unitarietà le opere diventano testimonianze di un’identità culturale trasformandosi da meri elementi di decoro in documenti della storia artistica pugliese ed italiana. La mostra esibirà le opere comunali in tre distinte sezioni, cronologicamente comprese tra il 1898 e il 1996: “Il Museo Civico”, “La Galleria Il Sedile” e “La Raccolta s’intensifica”. Le sezioni sono strutturate tenendo conto delle procedure di accumulazione del patrimonio comunale, rivelandone la genesi priva di un preciso intento ordinatore. La mostra segna un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza per nuovi interventi di tutela e valorizzazione.

Mappa