Eddie Lang Jazz Festival – 29° edizione

ID Evento 140499

Informazioni

Data Inizio
01-08-2019

Data Fine
04-08-2019

Categoria
Cultura, Musica e Spettacolo

Telefono
0865 491 586

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Castello Pignatelli - via Principe Pignatelli, 1 - Monteroduni (IS)

Orario
vedi programma

Ingresso
platea in piedi€ 2, poltrona € 10, abbonamento 4 concerti € 30

Totale voti: 134 - Rating: 4.0
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Dal al 4 agosto 2019 la suggestiva cornice dei giardini del Castello Pignatelli di Monteroduni (Isernia) ospiterà anche quest’anno l’Eddie Lang Jazz Festival. Organizzato dal Comune di Monteroduni in collaborazione con l’Associazione Musicale “Maestri R.Bianco e R.Percopo”, il Festival è finanziato in gran parte con i fondi previsti dal Patto per lo sviluppo del Molise, per cui il progetto è risultato vincitore del bando ‘Turismo è cultura 2019’ volto alla valorizzazione e promozione culturale e turistica del territorio molisano. In quest’ottica l’Eddie Lang risulta essere una delle eccellenze molisane, mirante non solo alla promozione musicale di un genere piuttosto di nicchia, ma anche territoriale, del piccolo comune molisano che ha dato i natali a uno dei padri del jazz, Salvatore Massaro in arte Eddie Lang, figlio di un liutaio e di una donna originari di Monteroduni. Erano gli anni ’30 quando Eddie collaborava con artisti come Louis Armstrong, Bessie Smith, Jack Teagarden (solo per citarne alcuni). Da qui la volontà di rivendicarne le origini e di dedicargli un intero festival che negli anni ha visto avvicendarsi artisti del calibro di Marcus Miller, Kirk Lightsey, Dennis Chambers, John Scofield, Stanley Jordan con il suo tapping-style, Billy Cobham, Jim Hall, Fontella Bass, Benny Golson, Joe Locke, Tommy Emmanuel, Richard Bona, Randy Brecker, Michael Petrucciani fino ad arrivare agli italiani Gege Telesforo, Dario Deidda, Fabrizio Bosso, Dado Moroni.

L’Eddie Lang Jazz Festival giunge quest’anno alla sua 29° edizione e promette un calendario ricco di eventi. La novità di quest’anno è l’aperitivo che animerà ogni giorno gli affascinanti vicoletti del paese all’insegna dell’ottima musica con inizio alle ore 18:30. A partire dalle 21:30 invece lo spettacolo si sposterà negli eleganti giardini del Castello Pignatelli dove a fare da scenografia saranno i secolari alberi che caratterizzano la location: sarà un’atmosfera delicata ma elegante quella che accompagnerà le note jazz delle varie serate. A mezzanotte invece inizierà la jam session in piazza Sant’Angelo, a pochi metri dal castello stesso, aperta ogni sera da un gruppo differente: l’accesso alla jam è totalmente gratuito. Uno stand enogastronomico accompagnerà le dolci noti della notte. Inoltre, per tutta la durata del festival sono previste visite al Castello Pignatelli, per cui sarà possibile conoscerne la storia e apprezzarne i meravigliosi interni (visite alle ore 9:00-10:00 e 15:00-16:00, costo € 5 per maggiori di 13 anni, prenotazione all’indirizzo visitailcastello@eddielang.it).

PROGRAMMA DELL’EVENTO

Giovedì 1 agosto – FUSION NIGHT
-ore 18:30 Aperitivo con PAOLO MIGNONA
-ore 21:00 LUIGI RINALDI CONTROFUSION BAND
-ore 22:00 JEAN-LUC PONTY & CLARA PONTY QUARTET (Jean Luc Ponty – violino, Clara Ponty – piano e voce, Guy Akwa Nsanguè – basso, Damien Schmitt – atteria). Figura di spicco nel panorama del jazz-fusion degli anni ’70 e pioniere del violino elettrico, Jean Luc Punty vanta collaborazioni con artisti come Elton John, i Mothers of Invention di Frank Zappa e la Mahavishnu Orchestra di John McLaughlin con i quali ha partecipato a diverse registrazioni e tour. All’eccezionale tecnica del violinista francese si unirà la seducente voce della figlia Clara Ponty, compositrice e pianista raffinata in un connubio di ritmi jazz, classici e pop
-ore 23:30 JAM opening Paolo Mignona

Venerdì 2 agosto – MOLIVE Molise Top Artists
-ore 18:30 Aperitivo con VINCENZO QUIRICO QUARTET
-ore 21:00 ELEONORA MORO in “The Jazz Side of my Moon”
-ore 22:00 CORDISCO-SANTANIELLO “OUTWARD” feat Dario Deidda, Max Ionata & Julien Oliver Mazzariello. L’intesa musicale tra Luca Santaniello e Daniele Cordisco nasce e si consolida a New York. Cordisco fu vincitore nel 2010 del concorso “Il genio di Eddie Lang” per giovani chitarristi (con Jim Hall presidente di giuria) mentre Luca Santaniello collabora stabilmente con Ron Carter, Joe Lovano, Lee Konitz e tanti altri. A questi due molisani DOC si aggiungeranno, in via del tutto eccezionale, alcuni dei più importanti artisti del panorama jazz nazionale: il bassista Dario Deidda che vanta collaborazioni con G. Coleman, S. Grossman, M. Miller, il sassofonista Max Ionata (J. Locke, B. Hart, M. Stern) insignito più volte del premio JAZZIT AWARD che lo ha classificato come miglior sassofonista tenore italiano e Julian Oliver Mazzariello (F. Bosso, E. Rava, D. Ceccarelli). Sarà questa una performance decisamente coinvolgente, all’insegna del miglior jazz in stile Hard-Bop
-ore 23:30 JAM opening Vincenzo Quirico Quartet

Sabato 3 agosto – SWING NIGHT
-ore 18:30 Aperitivo con FRANCESCO DE SIMONE TRIO
-ore 21:00 DON DIEGO TRIO
-ore 22:00 EMANUELE URSO “KING OF SWING” BIG BAND. Diplomato presso il Conservatorio di Santa Cecilia, Emanuele Urso partecipa a numerose jam session di jazz sia come batterista che come clarinettista a fianco di professionisti come Roberto Pregadio, Carlo Loffredo, Tony Scott, Franco Chiari, Carlo Pes, Oscar Valdambrini, Piero Umiliani, Romano Mussolini. Nel 1994 forma una band con cui intraprende la carriera professionale ottenendo vari riconoscimenti. Performance briosa quella di Urso che riporterà gli spettatori alle atmosfere retrò degli anni ’30
-ore 23:30 JAM opening Don Diego Trio

Domenica 4 agosto – GUITAR NIGHT
-ore 18:30 Aperitivo
-ore 21:00 ANTONIO D’AGATA QUARTET
-ore 22:00 MARC RIBOT SOLO. Reduce da un paio di date che lo hanno visto protagonista insieme alla bravissima Diana Krall, l’eclettico chitarrista statunitense Marc Ribot fa tappa all’Eddie Lang. Trasferitosi a New York City nel 1978, è stato un membro della band soul/punk Realtones e dei Lounge Lizards di John Lurie. Vanta collaborazioni con Brother Jack McDuff, Wilson Pickett, Carla Thomas, Rufus Thomas, Chuck Berry e molti altri. Nel 2018 è uscito l’album Songs of Resistance 1942-2018 che raccoglie canzoni di protesta di vari paesi in sonorità che spaziano dal jazz al blues al folk
-ore 23:30 JAM

Mappa