Falsa Indicazione – collettiva di arte contemporanea

ID Evento 146658

Informazioni

Data Inizio
14-12-2019

Data Fine
18-01-2020

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
340 354 5183

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Galleria 8,75 Artecontemporanea - corso Garibaldi, 4 - Reggio Emilia

Orario
Mar-Mer e Ven-Dom dalle 17:00 alle 19:30 o su appuntamento

Ingresso
libero

Totale voti: 199 - Rating: 3.6
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Dal 14 dicembre 2019 al 18 gennaio 2020 la Galleria 8,75 Artecontemporanea di Reggio Emilia presenta la consueta collettiva di Natale con opere pittoriche, scultoree e fotografiche di una quarantina di autori contemporanei da Assadour, Benati e Galliani a Scolari, Stefanini e Varini. L’esposizione trae il titolo Falsa Indicazione  da una poesia di Giorgio Caproni che recita: «Confine diceva il cartello. / Cercai la dogana. Non c’era. / Non vidi, dietro il cancello, / ombra di terra straniera». In mostra opere di Assadour, Mirko Baricchi, Davide Benati, Julia Bornefeld, Corrado Campisi, Sebastiano Cannarella, Marco Catellani, Giovanni Cossu, Alketa Bercaj Delishaj, Artan Derraj, Mati Fernandi, Candida Ferrari, Giuliano Ferrari, Michele Ferri, Omar Galliani, Federica Giulianini, Ludmila Kazinkina, Iller Incerti, Marino Iotti, Silvio Lacasella, Giulia Lazzaron, Heiner Meyer, Paolo Minoli, Nicoletta Moncalieri, Giulio Montecchi, Simone Pellegrini, Oscar Piovosi, Silvano Scolari, Enzo Silvi, Sebastiano Simonini, Francesco Stefanini, Riccardo Varini, Daniele Vezzani. Il percorso espositivo si arricchirà inoltre con le ricerche di Giorgio Bonilauri, Attilio Braglia, Antonella Davoli, Gino Di Frenna, Giovanna Magnani, Carmen Panciroli, Oscar Piovosi e Vilder Rosi, artisti e soci che animeranno lo spazio dell’Associazione Culturale 8,75 Artecontemporanea con momenti di dialogo e riflessione. La mostra raccoglierà le opere degli artisti che – in venticinque anni di attività – sono stati presentati in Galleria, unitamente ad alcuni lavori provenienti dalla personale raccolta d’arte di Gino Di Frenna.

Mappa