I ritratti in bronzo di Michelangelo di Daniele da Volterra

ID Evento 156664

Informazioni

Data Inizio
13-12-2021

Data Fine
18-04-2022

Categoria
Speciale Mostre Top

Telefono
055 098 7100

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Galleria dell'Accademia - via Ricasoli, 58/60 - Firenze

Orario
Mar-Dom 9:00-18:45, Lun chiuso

Ingresso
a pagamento

Vota l'evento:

Loading...

Descrizione

La mostra esporrà per la prima volta tutti gli esemplari antichi dei ritratti in bronzo di Michelangelo attribuiti a Daniele da Volterra, affrontando il complesso rapporto tra originali, repliche e derivazioni. Il problema dell’autografia dei ritratti bronzei di Michelangelo è avvertito da tempo nell’ambito degli studi di storia dell’arte: fatta eccezione per il busto di Casa Buonarroti a Firenze, rimasto per secoli di proprietà degli eredi, sussiste infatti una sostanziale incertezza circa l’autografia e la provenienza dei numerosi esemplari esistenti in varie collezioni italiane e straniere.

Recentemente, il restauro dell’esemplare conservato presso la Galleria dell’Accademia di Firenze ha permesso di identificare il secondo dei tre originali fusi da Daniele da Volterra nel 1565 e di rivedere alcune attribuzioni considerate certe fino a non molti anni fa. La mostra offrirà l’irripetibile opportunità di confrontare da vicino le opere per verificarne i rispettivi valori estetici e tecnici, anche attraverso una accurata campagna di indagini tecnologicamente innovative, basate sulla scansione 3D: la digitalizzazione delle forme e delle superfici consentirà di creare dei modelli virtuali, utili per compiere un rigoroso raffronto tra le volumetrie dei vari pezzi, che potranno essere accostati e sovrapposti sullo schermo, per ricercare eventuali calchi o modelli comuni e distinguere gli originali dalle successive repliche.

Lo scopo principale dell’esposizione è quello di produrre il primo catalogo scientifico dei busti in bronzo attribuiti a Daniele da Volterra. Nel catalogo confluiranno le ricerche finora eseguite e i risultati delle indagini diagnostiche, fornendo uno strumento indispensabile per gli studi del settore e per la conoscenza delle tecniche utilizzate da Daniele da Volterra nella fusione in bronzo.

Tra i risultati attesi, c’è inoltre quello di allestire un’accurata mappa della ‘tradizione’ dei busti di Michelangelo, individuando per quanto possibile autore, provenienza e caratteristiche delle varie riproduzioni. L’iniziativa, di alto valore scientifico, si propone di coinvolgere i maggiori esperti nel campo dell’arte e della statuaria in bronzo del Cinquecento, riunendoli in una giornata di studi organizzata in occasione della mostra.

Mappa