La Rivoluzione di Augusto. L’Imperatore che riscrisse il tempo e lo spazio

ID Evento 117490

Informazioni

Data Inizio
10-07-2018

Data Fine
10-07-2018

Categoria
Cultura, Musica e Spettacolo

Telefono
3494687967

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Piazza di Monte Citorio - Roma

Orario
21.00

Ingresso
Su prenotazione - Adulti: €10 Ragazzi (14-17 anni) €6 Bambini (6-13 anni) €3 Bambini (0-5 anni) gratis

Totale voti: 27 - Rating: 3.7
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

A spasso con gli Imperatori - La Rivoluzione di Augusto. L’imperatore che riscrisse il tempo e lo spazio Passeggiata archeologica al chiaro di luna che porterà alla scoperta dei Monumenti simbolo collegati alla figura di Augusto, primo Imperatore di Roma, seguendo la via segnata dalla Meridiana d’Augusto. Itinerario: dall’obelisco di piazza Montecitorio all’Ara Pacis seguendo le tracce e ritrovamenti della Meridiana di Augusto, il suo Mausoleo, le Res Gestae Divi Augusti, e l’imponente progetto che portò alla progressiva monumentalizzazione del Campo Marzio. La visita guidata sarà condotta da: Valeria Scuderi, storica dell'arte in possesso dell'abilitazione di guida turistica della Provincia di Roma. Durata: circa 2 ore. Accoglienza e registrazioni: da 30 minuti prima, Piazza Montecitorio (sotto l'obelisco). Caio Giulio Cesare Ottaviano, detto Augusto (63 a.C. - 14 d.C.), segnò un passaggio cruciale nella storia della Roma antica, modificando per sempre l'organizzazione del tempo e dello spazio, inaugurando la lunga serie d’imperatori che, nel bene e nel male si protrasse fino alla caduta dell’Impero romano d’occidente. Una vera e propria rivoluzione voluta da un uomo che fu capace di sostituire armonia, pace, e ordine a conflitto, guerra e disordine. Simbolo di un  nuovo Impero riappacificato dopo anni di lotte intestina. Principe unico e insostituibile, rivoluzionò il suo mondo, senza destabilizzarlo, tanto che i posteri dissero di lui: "cambiò tutto senza cambiare nulla". Augusto volle celebrare la Pace Romana, tanto a lungo attesa e sofferta, scegliendo il Campo Marzio, così da contrapporre un simbolo di pace (l'Ara Pacis) ad uno di guerra (Marte). Una pace che grazie ad Augusto aveva restituito al popolo romano tranquillità, sonni felici, equilibrio socio-politico e crescita economica. Il nostro itinerario seguirà la linea tracciata dai ritrovamenti dell'orologio solare su cui posava la sua ombra l'obelisco egizio, usato come gnomone per l'immensa ​Meridiana, la cui ombra si pensa raggiungesse addirittura l'Ara Pacis affacciata sulla via Lata e su di un Bosco Sacro che conduceva al suo Mausoleo, una tomba monumentale ispirata alle grandi sepolture ellenistiche, con lo scopo di elevare la sua figura d’imperatore al pari degli Dei.

Mappa