L’Inventario delle Mappe – crossover artistico, teatrale e culinario

ID Evento 123434

Informazioni

Data Inizio
28-10-2018

Data Fine
28-10-2018

Categoria
Cultura, Musica e Spettacolo

Telefono
0522 456816

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Palazzo dei Musei - via Spallanzani, 1 - Reggio Emilia

Orario
ore 16:00

Ingresso
ingresso libero fino ad esaurimento posti

Totale voti: 16 - Rating: 3.1
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Dietro ogni mappa si cela una storia. Storie di città sulle nuvole, di terre fantastiche che mutano forma, di una regina folle per amore. Domenica 28 ottobre, alle ore 16:00, nel Palazzo dei Musei di Reggio Emilia, sarà presentato “L’Inventario delle Mappe”, un crossover artistico, teatrale e culinario con installazioni dell’artista Daniele Lunghini, una pièce teatrale interpretata da Gianni Binelli e Antonietta Centoducati e “Assaggi dalle Terre Fantastiche” dello chef stellato Simone Ciccotti, accompagnato dallo chef Cristian Benvenuto.

Il programma del pomeriggio prevede l’introduzione di Lucio Braglia (Presidente L’Artificio) e una disamina dello storico dell’arte Giuseppe Berti sul tema delle mappe tra arte e letteratura. A seguire, la pièce teatraleL’inventario delle Mappe”, scritta da Daniele Lunghini ed interpretata da Gianni Binelli e Antonietta Centoducati. L’incontro si concluderà con gli “Assaggi dalle Terre Fantastiche” ideati dallo chef Simone Ciccotti e disposti nei centri remoti di una mappa dipinta a mano.

Il Portico dei Marmi ospiterà, inoltre, due grandi installazioni dell’artista Daniele Lunghini, conosciuto e apprezzato per i suoi paesaggi onirici, ambientati in un Medioevo futuribile. “Machina Birotularis Theatralis” è la scenografia animata della performance. Alta più di due metri, conterrà un rullo di carta illustrato che verrà srotolato durante lo spettacolo e racconterà visivamente i passaggi della storia in totale sincronia con il flusso della recitazione attoriale. Lo stile medievaleggiante, arcaico, meccanico, con un tocco futuristico, è parte dell’epica di Lunghini e di una ricerca che attraversa i segni del tempo. “La Biblioteca delle Mappe” è, invece, una vera e propria libreria, che contiene memorie di viaggi e di esploratori: micro-scenografie incastonate in tavole di legno.

In un pomeriggio d’autunno, all’interno di un Museo che raccoglie importanti collezioni private, Daniele Lunghini svelerà la vita segreta di un collezionista di mappe e le storie fantastiche che ruotano attorno a questi antichi pezzi di carta che, nelle mani dell’artista, prenderanno vita. Entrata libera sino a esaurimento posti disponibili, non è necessaria la prenotazione.

Mappa