SENSUM – 2° edizione

ID Evento 143316

Informazioni

Data Inizio
22-10-2019

Data Fine
12-11-2019

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
347 749 7603

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Club55- via perugia, 14 - Roma

Orario
Mer-Gio 16:00-20:00, Ven-Sab 17:00-21:00

Ingresso
libero

Totale voti: 156 - Rating: 3.7
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

In occasione della quarta edizione di RAW – Rome Art Week 2019, manifestazione promossa dall’associazione KOU, il magazine online di arte contemporanea Urban Mirrors presenta dal 22 ottobre al 12 novembre 2019 la seconda edizione della sua mostra collettiva SENSUM, a cura di Fabio Matthew Lanna. SENSUM ospitata presso Club55 di Roma sarà un’esposizione che coinvolge artisti contemporanei di calibro nazionale e internazionale con cui Urban Mirrors si è interfacciato negli anni e che hanno lasciato il segno per la passione e la qualità dei loro lavori. Proprio la passione è il fil rouge di questa collettiva, in cui ogni opera racconta l’emozione che ha spinto l’autore a partorirla.

Ed è così che nasce anche il titolo SENSUM, riprendendo la radice latina della parola sentimento e declinandola all’accusativo per meglio evidenziare l’oggetto emotivo al centro della scena. Antropologicamente parlando l’arte nelle sue varie manifestazioni è sempre stato il mezzo prediletto dall’uomo per veicolare i propri sentimenti come gioia, eccitazione, tristezza, rabbia, paura.

Con questa mostra si vuole mettere in risalto la capacità di ogni artista nel fotografare un momento della propria vita e trasfigurarlo attraverso le forme geometriche, i colori e gli stilemi che lo contraddistinguono. Il percorso espositivo consente al visitatore di apprezzare la varietà tecnica della produzione contemporanea con accostamenti studiati per far dialogare le opere tra di loro. SENSUM vuole far riflettere sullo stato d’animo dell’artista e in senso lato dell’uomo d’oggi, impegnato a scomporre la complessità del mondo riflettendola nei propri elaborati: la realtà con tutto il suo portato sentimentale, è così filtrata, trasfigurata e, perché no, anche rifuggita per perdersi in un’utopia estetica.

Mappa