DIPINTI | PAINTINGS – Marco Duprat

ID Evento 123968

Informazioni

Data Inizio
16-11-2018

Data Fine
18-01-2019

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
06 68398456

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Palazzo Pamphilj - piazza Navona, 10 (Galleria Candido Portinari) - Roma

Orario
Lun-Ven dalle 10:00 alle 17:00

Ingresso
libero

Totale voti: 50 - Rating: 4.3
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Sia quando le sue opere si riferiscono al mondo esterno, sia quando ritrattano ambienti interni – o, per usare parole dello stesso artista, “il mondo interiore” –, l’elemento dominante della pittura di Marcos Duprat è la luce, che egli cattura attraverso l’impiego rigoroso della tecnica tradizionale della velatura. Essa consiste nella produzione del colore sovrapponendo, mediante trasparenze e aggiunte, diversi strati di vernice.

Si tratta, come ha già osservato al riguardo di una mostra di Duprat il critico José Guilherme Merquior, di “una pittura lenta, in adagio, propizia alla meditazione sul doppio, alla serie ben ponderata, alla ricerca della profondità”. In tal modo, i dipinti di Duprat, alla stregua di ogni opera d’arte autentica, sono realizzati mediante un rapporto dialettico – di amore e lotta – tra l’intento iniziale dell’artista e la sua attenzione per le esigenze, le volubilità e i suggerimenti dell’opera in fieri. Ad ogni passo, egli si sente spinto dalla stessa pittura a sviluppare nuove soluzioni pittoriche, in funzione sia delle necessità di ogni singola situazione imprevista, sia delle opportunità che non esistevano all’inizio.

Duprat conosce perfettamente il complesso rapporto tra pittore, materia lavorata e tecnica utilizzata. È senz’altro all’uso raffinato e ragionato della velatura che si deve la straordinaria pulsione cromatica delle sue opere. Nei dipinti che riguardano il mondo interiore risaltano, da un lato, finestre, porte, corridoi e passaggi illuminati che conducono al mondo esterno; dall’altro, specchi che per la loro facoltà riflessiva evocano la possibilità dell’introspezione, vale a dire, di una interiorità ancor più profonda. Del resto, anche nelle tele afferenti al mondo esterno si trova – nei riflessi luminosi delle superfici liquide dei mari o laghi che esse contengono – il suggerimento all’autocontemplazione, cioè, a un ritorno al mondo interiore. Abbiamo così un incessante rinvio dal mondo esterno a quello interno e viceversa. La pittura di Marcos Duprat è un invito affinché la nostra immaginazione possa non solo passeggiare lungo la superficie delle sue tele, ma anche tuffarsi nei suoi diafani corridoi, specchi, passaggi, laghi e mari.

Marcos Duprat nasce a Rio de Janeiro, dove inizia la sua formazione artistica nell’atelier del Museu de Arte Moderna (MAM). Prosegue gli studi e la pratica in disegno e pittura con un master in Belle Arti presso l’American University di Washington, D.C., città dove realizza la sua prima personale nel 1977. Tra le mostre personali più rilevanti realizzate in Brasile si segnalano a San Paolo quelle nel Museu de Arte de São Paulo (MASP, 1979 e 1988), nel Museu de Arte Contemporânea (MAC, 1995), nella Pinacoteca de Estado (2006) e nel Museu Brasileiro da Escultura (MuBE, 2015); a Rio de Janeiro, quelle nel Centro Cultural Correios (1995 e 2008), nell’Instituto Cultural Villa Maurina (1996), nel Centro Cultural Banco do Brasil (1999), nella Biblioteca Nacional (2016- 2017) e nel Museu Nacional de Belas Artes (2017). All’estero ha esposto, tra gli altri, presso il Centro Culturale San Fedele a Milano (1990), il Magyar Nemzeti Múzeum a Budapest (1993), il Museo Arte Contemporáneo Montevideo (1999), il Tokyo Metropolitan Teien Art Museum (2002) e il Siddhartha Art Foundation a Katmandu (2013).

Mappa