JAN FABRE ORO ROSSO. Sculture d’Oro e Corallo

ID Evento 135045

Informazioni

Data Inizio
30-03-2019

Data Fine
15-09-2019

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
081 749 9111

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Museo e Real Bosco di Capodimonte - via Miano, 2 - Napoli

Orario
tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30 (Mer chiuso)

Ingresso
intero € 12, ridotto da € 4 a € 8, gratuito per under 18

Vota l'evento:

Loading...

Descrizione

L’artista belga di fama mondiale Jan Fabre torna in mostra a Napoli dal 30 marzo al 15 settembre 2019 con il nuovo progetto Jan Fabre. Oro Rosso – Sculture d’Oro e Corallo, Disegni di Sangue allestito presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte dove l’artista esporrà un gruppo di lavori in dialogo con una selezione speciale di opere d’arte provenienti dalla collezione permanente del museo e da altre istituzioni museali napoletane. La mostra, curata da Stefano Causa insieme a Blandine Gwizdala, vede sculture in oro e disegni di sangue creati dall’artista dagli anni Settanta ad oggi, oltre a una serie inedita e sorprendente di sculture in corallo rosso, realizzata appositamente per Capodimonte.

Le opere di Fabre si pongono in dialogo con alcuni capolavori pittorici e splendidi oggetti d’arte decorativa di epoca rinascimentale, manierista e barocca selezionati da Stefano Causa. L’artista racconta, in una lingua non troppo diversa, una vicenda di metamorfosi incessanti, di materiali che mutano destinazione e funzione, una storia di sangue e umori corporali, inganni e trappole del senso, pietre preziose, coralli e scarabei usciti a pioggia dai residuati di una tomba egizia, frammenti di armature, sequenze di numeri e citazioni dalle Scritture dentro un universo centrifugo di segni che, talvolta, diventa un sottobosco nel quale calarsi con i pennellini di uno specialista fiammingo di nature morte.

In mostra, le sculture dorate di Jan Fabre danno corpo prezioso alle idee dell’artista sulla creazione, sull’arte e sul suo rapporto con i grandi maestri del passato. Nei disegni di sangue si ritrovano invece le più profonde motivazioni dell’artista, le sue sperimentazioni, il suo manifesto poetico, fisico, intimo. Il sangue oggi è oro – dice Jan Fabre – e nell’esposizione al Museo di Capodimonte l’artista mette in scena un intero universo di simboli che parlano d’arte e di bellezza, di forza e fragilità del genere umano, del ciclo continuo di vita-morte-rinascita.

Mappa