LIBRI D’ARTISTA. L’Arte da Leggere

ID Evento 136764

Informazioni

Data Inizio
25-05-2019

Data Fine
09-09-2019

Categoria
Mostre, Mercati e Fiere

Telefono
080 521 3704

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Castello Svevo - piazza Federico II di Svevia, 4 - Bari

Orario
tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30 (Mar chiuso)

Ingresso
intero € 9, ridotto € 3.50

Totale voti: 307 - Rating: 3.6
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Dal 25 maggio al 9 settembre 2019, inserita nel percorso di visita del Castello Svevo di Bari, sarà aperta al pubblico la mostra Libri d’artista. L’arte da leggere. Il progetto, promosso dall’Associazione Volontari per la Cultura, è stato ideato e curato da Mariastella Margozzi con il coordinamento di Luciano Perrone e la collaborazione di Vito Nicola Iacobellis, Gianfranco Lepore, Giuseppe Gernone, Carla Bagnulo, Stefania Gatto, Eleonora Crimi, Silvana Costa e Alessandra Mongelli. Saranno esposte oltre 50 opere realizzate da 41 artisti italiani contemporanei: Bruno Aller, Vincenzo Arena, Antonio Barrese, Adriano Bergozza, Alberto Biasi, Veronica Botticelli, Silvia Celeste Calcagno, Giuseppe Carta, Franco Durelli, Marisa Facchinetti, Enrico Franchi, Fausto Maria Franchi, Omar Galliani, Nicola Genco, Claudia Giannuli, Corrado Grifa, Massimo Luccioli, Teodosio Magnoni, Mirna Manni, Elio Marchegiani, Riccardo Monachesi, Elisa Montessori, Marcello Morandini, Elena Nonnis, Gianfranco Notargiacomo, Maria Elisabetta Novello, Anna Onesti, Joseph Pace, Jasmine Pignatelli, Lamberto Pignotti, Lydia Predominato, Pino Procopio, Paolo Radi, Anna Maria Russo, Giuseppe Salvatori, Filippo Sassòli, Attilio Taverna, Edoardo Tresoldi, Chiara Valentini, Grazia Varisco, Emiliano Zucchini con Alessandra Alliata Nobili.

Come si sa la lettura arricchisce chi la pratica, perché ogni libro è una fonte di esperienze e un passaggio di testimone da chi ha scritto a chi legge, con una possibilità di diffusione del pensiero illimitata. Finché un libro esiste e viene letto può raccontare la stessa storia a decine di generazioni, ognuna delle quali, immersa nel proprio tempo, ne farà l’uso culturale che vuole: personale, sociale, storico. Un libro è sempre un dono, perfino quando è stato acquistato, perché il suo contenuto è compagnia e conoscenza. La compagnia è evidente a chiunque ama leggere e riconosce nel libro il compagno di un viaggio, di una serata in solitudine; la conoscenza arricchisce il sapere di ognuno di noi e non lo esaurisce mai: c’è sempre qualcosa da sapere, da mettere nel bagaglio di esperienze della vita, sia quella lavorativa che quella speculativa. Ne consegue che i libri sono sempre stati considerati un bene prezioso, tanto che conservarli ha costituito in tutte le civiltà una conquista e un vanto. Il libro d’artista ha sempre goduto di fascino e curiosità: qui l’opera d’arte non è concepita come illustrazione o compendio del testo, ma come parte integrante e principale protagonista del messaggio. L’artista diventa il creatore dell’opera, scrittore per immagini, colori, linee, forme e significati, utilizzando tecniche e stili secondo la propria sensibilità. Come far comprendere a tutti questo concetto è l’obiettivo della mostra che intende mostrare in modo evidente, attraverso “libri” molto particolari realizzati certo non convenzionalmente e non da scrittori ma da artisti, quanta arte si possa esprimere attraverso il contenuto di un libro. Tante opere d’arte sotto forma di “libro” che testimoniano così la straordinarietà del proprio contenuto.

Mappa

Centra mappa