Spazio Leonardo Loves A Collection

ID Evento 156772

Informazioni

Data Inizio
15-09-2021

Data Fine
15-01-2022

Categoria
Speciale Mostre Top

Telefono
02 887 7215

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Spazio Leonardo - viale della Liberazione, 16/a - Milano

Orario
Lun-Ven 09:00-18:00, Sab-Dom chiuso

Ingresso
gratuito

Vota l'evento:

Loading...

Descrizione

A Collection è il progetto nato dall’incontro tra il maestro tessitore Giovanni Bonotto e la curatrice Chiara Casarin. Bonotto aveva già maturato una serie di strategie per la tessitura di immagini di grandi dimensioni. Utilizzando infiniti materiali, ha realizzato degli arazzi che esposti anche in istituzioni importanti, come il Teatro alla Scala di Milano o il Centre Pompidou di Parigi. Casarin, invece, ha un background da direttore museale e curatore d’arte contemporanea. Ha coniugato la maestria tessile con la creatività di giovani e affermati artisti.

Gli artisti coinvolti realizzano gli arazzi coniugando le antiche tecniche artigianali e le nuove tecnologie. L’obiettivo è quello di creare opere uniche che possano rappresentare non solo i valori della tradizione, ma anche dell’innovazione e della responsabilità per l’ambiente. Infatti, parte dei filati nasce dall’impiego di materiali riciclati che vengono cercati e selezionati sulla base delle necessità visive dei singoli arazzi e degli effetti che le immagini e le composizioni vogliono creare. Da questo impegno e da questa sensibilità scaturiscono infine dialoghi unici in cui le competenze si fondono per dare corpo a nuovi modelli produttivi.

Spazio Leonardo loves A Collection è la mostra di sei dei più recenti progetti realizzati da A Collection: gli arazzi di Marc Bauer, di Luca Pignatelli e di Francesco Arena i cui arazzi sono il frutto delle ultime residenze di A Collection, mentre quelli di Christian Fogarolli, dei The Cool Couple e di Guglielmo Castelli sono stati prodotti nel 2020. Tra le opere esposte in Spazio Leonardo ce ne sarà anche una inedita creata appositamente da Giovanni Bonotto in collaborazione con Florentina Isac.

Mappa