Testaccio e il Monte dei Cocci – Visita guidata

ID Evento 117328

Informazioni

Data Inizio
01-07-2018

Data Fine
01-07-2018

Categoria
Eventi per bambini e ragazzi

Telefono
3494687967

Sito Web
Visita il sito

Indirizzo
Via Nicola Zabaglia 24 - Roma

Orario
15.00

Ingresso
Su prenotazione - Adulti: €10 Ragazzi (14-17 anni) €6 Bambini (6-13 anni) €3 Bambini (0-5 anni) gratis

Totale voti: 21 - Rating: 3.6
Attenzione, non é possibile votare l'evento oltre i 30 giorni dal termine.

Descrizione

Testaccio e il Monte dei Cocci - Visita guidata con apertura "straordinaria ed esclusiva" del sito archeologico del Monte dei Cocci (max 25 partecipanti) *La visita è adatta anche per bambini e ragazzi Il sito archeologico del Monte Testaccio è normalmente chiuso al pubblico per tutelarlo dalla rovina e viene aperto solo su prenotazione a gruppi di max 25 persone, accompagnati da archeologi a cui è riservato il raro privilegio di poterlo esplorare. La visita guidata sarà condotta da: Valentino De Luca, archeologo in possesso dell'abilitazione di guida turistica della Provincia di Roma. Accoglienza e registrazioni: da 30’ prima, Via Nicola Zabaglia 24 (all'angolo con via Galvani). Durata: circa due ore. Un monte fatto di cocci! Ecco cos’è il Testaccio, una montagna artificiale formata nell’arco di circa 300 anni, per l'accumulo di anfore scartate provenienti dalle importanti attività commerciali che interessavano i porti fluviali dell'antica Roma. Durante la nostra visita scopriremo e capiremo come funzionavano le discariche ai tempi dei romani e come essi avessero già compreso l'importanza di riciclare l'immondizia così da farla diventare un bene prezioso. Durante la visita cammineremo dentro e fuori questa montagna di cocci per parlare di come i romani trasportavano e conservavano le merci destinate ad essere vendute nei mercati, scoprendo usi e costumi spesso più saggi e lungimiranti di quelli adottati nel presente. Abbandonato negli anni del Medioevo, divenne luogo per le "sassaiole" dei bulli di Trastevere e luogo di esercitazioni di artiglieria durante i mesi della resistenza della Repubblica Romana di Garibaldi. Utilizzato infine come bunker durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, venne poi chiuso al pubblico per tutelarlo dalla rovina. Sperando di aver provocato in voi un po' di curiosità... vi invitiamo a non perdete l’occasione particolare di camminarci sopra e dentro e di poter ammirare dalla sua cima un panorama eccezionale della città Eterna.

Mappa